venerdì 1 febbraio 2013

Cerco un centro di gravità ormonale permanente

Se avete letto i miei post della settimana precedente avrete notato che avevano tutti una costante: un mood un po' malinconico, altamente riflessivo, per lo più di carattere esistenziale... ECCHEDUPALLE, diciamolo.

Il fatto è che da due/tre mesi a questa parte sto sperimentando ciò che mi ero sempre pavoneggiata di non avere: sbalzi ormonali.
Ogni volta che qualche mia amica mi rifilava la frasetta "sai, avevo gli ormoni a mille" mi veniva da dire: "no, è che sei così cojona di tuo", quando sentivo qualcuna proferire il pluriabusato "perdonami, sono ormonalmente instabile", partivo con un "eh no, sei caratterialmente incostante". Insomma, accettavo tutto, ma non il fatto che ci tricerassimo dietro la parolina ORMONI per giustificare i nostri stati d'animo altalentanti e soprattutto i nostri comportamenti.

E' però risaputo che "non bisogna mai sputare in aria, perchè ti ricade tutto sulla testa", quindi è da tre mesi che i miei ormoni, sì proprio loro, hanno deciso di giocare a squash con i miei stati emotivi.

Penserete che me ne sia accorta da quel mood malinconico/riflessivo/esistenziale di cui vi ho accennato, mancopegnente. Mi sono accorta di essere alla mercè dei cari signori quando DI BOTTO quello stato d'animo è sparito.
Ho passato dieci giorni, complici anche alcune situazioni REALI e CONTINGENTI che stavo attraversando, in uno stato di appollaiamento vitale. Certo, mi accorgevo di essere come "spenta", incapace di cogliere la luminosità della mia già folgorantissima esistenza (ridete), ma ho capito che tutto questo era frutto di un qualcosa che andava oltre la mia volontà, quando quel velo nero si è squarciato e tutto è tornato colorato.
Colorato, anzi macchiato di rosso.

Avevo già letto un po' di tempo fa l'esperienza di una fantastica blogger americana che aveva affrontato un periodo di depressione proprio dopo la fine dell'allattamento del bimbo. Raccontava dei suoi due mesi più brutti, stava malissimo, ogni giorno peggio. Gli stati di stanchezza costante si accompagnavano a pensieri sempre più tristi, fino a che di botto tutto è sparito. L'unica cosa che era cambiata era il fatto che le fosse tornato il ciclo.

Che dirvi? So che è normalissimo e molto comune. Non c'è assolutamente da preoccuparsi, ma a me scoccia stare così.
Capita anche a voi, avete rimedi?

Nell'attesa mi concentro su questo nuovo WE che mi auguro sia luminoso e pieno di cose belle, proprio come lo auguro a voi.

2 commenti:

  1. Quando ero al liceo il mio eterno e fedele compagno di banco indovinava sempre quando avevo le rosse in arrivo dal mio grado di acidità, a dir la verità io neppure me ne accorgevo, ma lui sì... Quindi doveva essere più evidente di quanto non credessi.
    Buon finesettimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, devo dire che gli uomini sono sempre molto bravi nel notare questi nostri sbalzi d'umore. Molto meno bravi nel domarli e nel conviverci!
      Buon WE anche a te, Nina!

      Elimina

Non potendoci mettere la tua faccia, mettici almeno la tua firma. Grazie!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...