lunedì 25 marzo 2013

Viterbi(Amo)

Era da un po' che ve l'avevo come promesso. Oggi riesco finalmente a postare un po' di foto ed indirizzi utili relativi alla città di Viterbo che abbiamo visitato lo scorso 9 marzo e di cui ci siamo perdutamente innamorati.

Antefatto: siamo arrivati a Viterbo per puro caso; più di un anno fa avevo regalato a DMakaDolceMetà un cofanetto di Emozione3 (nello specifico, weekend di charme). 
Sognavo grandi mete, luoghi lontani, ma il destino - come spesso accade- ci ha messo lo zampino (anzi, il bastone tra le ruote) ed è accaduto che ci siamo ammalati tantissimo, o che fossimo impegnati su altre millemila cose, il che ci ha costretto a rimandare ad oltranza. 
Lo abbiamo fatto fino a che non ci siamo resi conto che il cofanetto era per la seconda volta in scadenza (sì, si può rinnovare al costo di 15 euro) e bisognava prenotare almeno 20 giorni prima della data scelta.

Non avevamo il tempo di permetterci un long weekend come si deve e quindi abbiamo scelto, prendendo al balzo un impegno di marito, di farci solo un paio di giorni e, udite udite, non portare il nano con noi, ma lasciarlo - per una sola notte- dai suoceri.

Era da quasi quattro anni che non facevamo un viaggio da soli. Il nano è venuto con noi sempre e dovunque, anche in viaggio di nozze, ma sentivamo entrambi la necessità e la voglia di stare un po' da soli. 
Abbiamo optato quindi per una meta vicina, a pochi km da Roma, ma affascinante, ricca di storia ed non proprio piccolissima, in modo da porterla visitare in più di qualche ora.
Viterbo ci è sembrata la destinazione perfetta e non sbagliavamo.

Tra le varie proposte del cofanetto abbiamo scelto questo graziosissimo B&B.
Situato nel pieno centro del quartiere medievale, non solo è una base perfetta per chi voglia gustarsi la città  a piedi, ma ha un altro plus: una proprietaria fantastica. Serena è una ragazza gentilissima e che sa farti sentire a casa. Mette a disposizione dei suoi ospiti la sua abitazione, la sua cucina, il suo salotto, la sua stupenda terrazza con vista su tetti e campanili e lo fa con una gratitudine  a cui non siamo abituati. Mi ha insegnato molto in quei pochi giorni che sono stata sua ospite;  ad ascoltarmi e a condividere. Perchè condividere è meglio che impossessarsi di qualcosa e semmai è solo dividendo che ci si può sentire davvero "padrone" di qualcosa.

Entrata del B&B Serenamente

Viterbo ci ha conquistati da subito. Il suo centro storico, protetto da mura, la rende un borgo affascinante e suggestivo. Abbiamo cominciato a girarla subito e mi sembrava di essere tornata indietro nel tempo, tra cavalieri, principesse rinchiuse nelle torri e potenti re. 



L'ora di pranzo ci ha colti impreparati ed abbiamo optato per un ristorante in pieno centro che, abbiamo poi scoperto, è una delle migliori osterie del luogo. Si chiama Tre Re e credo di non aver mai assaggiato un arrosto di vitella tanto buono e tenero contornato da un'insalata di arance e frutta secca che bramo di riproporre nelle mie umili quattro mura.







Mentre mi perdevo tra le vie e le bellissime botteghe di artigiani, la sera scendeva e rendeva tutto ancora più raro. Una bellezza che non so esprimervi a parole, ma che mi faceva sentire divinamente.





Sono rimasta incantata di fronte a Piazza San Lorenzo, al Palazzo dei Papi ed alla sua Loggia.




Nel frattempo, il corso si riempiva di gente, così tanta che quasi non si riusciva a camminare e decidevamo di fermarci in un caffè per un aperitivo che si è in poco tempo trasformato in una cena vera e propria.
Quando siamo usciti era notte e le stradine mi hanno lasciato nuovamente a bocca aperta.


Mancavano i vestiti di velluto ed il rumore di carrozza per sentirsi in pieno Medioevo.
Solo il vociare di alcuni ciovani ci ha fatto tornare alla realtà e ci siamo beccati, manco l'avessimo fatto apposta, un concerto cover di De Andrè (della serie: muoRo).




Con una tazza di tisana al finocchio addolcita da miele locale bio siamo andati a letto felici e ci siamo risvegliati in un silenzio a cui raramente siamo abituati. Dopo aver scattato qualche altra foto abbiamo deciso, prima di salutare definitivamente la terra sabina, di concederci altre due tappe. 
Un'escursione alle terme naturali (quelle senza biglietto di ingresso) sono state la prima.




Tuscania è stata la seconda.
Non credevo che una cittadina così piccola potesse essere così deliziosa ed interessante. 
Il bel tempo ci stava abbandonando ed il cielo era pieno di nuvole, però vi dirò: credo che non mi sarebbe piaciuta così tanto senza quei nuvoloni a farle da cornice. 





Anche qui abbiamo mangiato una cacio e pepe da resuscità i morti in una trattoria proprio sotto la torre di Lavello (di cui purtroppo non so dirvi il nome).
Sazi e rifocillati abbiamo fatto un'ultima escursione alla Basilica di San Pietro.
Vi prego, se doveste mai capitare da queste parti, non fatevela sfuggire. E' un capolavoro di paleocristiano/romanico come ne ho visti pochi. Il prato verdissimo e le possenti torri ne fanno un luogo mistico, imponente ed anche un po' "spettrale". 
Visitate anche l'interno (che per ovvie ragioni non ho potuto fotografare), c'è una cripta adornata da molteplici file di colonne di ogni ordine che non vi lascerà indifferenti.







Il nostro short WE si è concluso così e, a distanza di settimane, mi porto ancora dentro tutta la bellezza e la pace che ho respirato in quei giorni.
Al ritorno ci hanno accolto una pioggia battente ed il nano con un terribile mal di gola (da streptococco) che l'ha costretto a casa per giorni.

D'altronde in qualche modo bisognava pure scontarla! :)

PS. Questo è il mio primo, vero photopost. Purtroppo, avendo organizzato il viaggio in poco tempo, DMakaDolceMetà non ha portato con sè la macchina fotografica ed il reportage che vedete è frutto del mio (Diolobenedicasemper) smartphone.
Se vi va ed avete tempo, lasciatemi un commento. Sarà per me più che una lauta ricompensa per le ore trascorse a scaricare e caricare foto! :)

2 commenti:

  1. smartphone o no, alcune foto sono fantastiche :) (alcune poco messe a fuoco ma chissene hahaha)
    gran bel lavoro :)

    approvo i we senza pargoli al seguito, è bello ogni tanto ritrovarsi come coppia, no? quindi, bene vengano :) baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie, Emy!!!
      Sì, alcune foto sono fuori fuoco, ma era per dare un'idea del luogo. Col tempo spero di migliorare!
      Sì, viva i WE senza pupi!!!
      Bacissimi!!!

      Elimina

Non potendoci mettere la tua faccia, mettici almeno la tua firma. Grazie!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...