martedì 21 ottobre 2014

Ottobre

E un Ottobre strano, questo qui.
E' l'Ottobre delle temperature pazze, delle magliette a maniche corte, dei bagni al mare inaspettati, delle zanzare e dei grilli che ti accompagnano la notte.
E' l'Ottobre della meraviglia, del tuo grembiule blu, del vederti imparare a leggere e scrivere, di pagine di quaderno sudate e piene di letterine, di cartelle sempre più pesanti e del tuo essere sempre un po' più grande.
E' l'Ottobre delle zucche, di fantasmi e ragnatele, di serate in famiglia (perchè di uscire fuori proprio non ne ho voglia) trascorse tra pop corn al vapore ed un'ampia scelta di filmografia anni '80.
E' l'Ottobre delle prime influenze, quelle che ci siamo baccati io e marito e non auguriamo al peggior nemico.
E' l'Ottobre degli abbracci, dello "stringiamoci forte perchè solo uniti ce la faremo".

E' l'Ottobre delle lacrime, quelle vere. Quelle che sembrano sgorgarti da dentro ed eruttare come un vulcano per troppo tempo spento.

Sono notti che continuo a sognarti.  Sei bella, felice, sorridente, stai bene e parli, ti muovi, cammini.
Peccato che poi io mi svegli sempre.

Cominci a mancare. Di già. 

Nessun commento:

Posta un commento

Non potendoci mettere la tua faccia, mettici almeno la tua firma. Grazie!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...