mercoledì 27 febbraio 2013

Rewind

Era partito tutto sommato bene, questo martedì.
Certo, c'erano i risultati elettorali non confortanti (e sono stata soft) ed un cielo nuvoloso con temperature artiche per una città come Roma, ma insomma ce la si poteva fare.
Invece è stato un susseguirsi di eventi sempre più catastrofici.

Tende da far montare con conseguente baraonda in casa, lavoro extra che ti cade dal cielo, un mal di gola che ti blocca, il forno che ti brucia la quiche (perchè è stato il forno, mica io), il nano che si mette in testa di scrivere sui tuoi muri intonsi manco fosse un grafitaro, tuo marito che ti chiama dicendo che è bloccato sul raccordo e per finire tu che vai a lavare una pentola e scopri il lavabo della cucina attappato.
E' stato solo l'inizio.

Poi ci sono stati trenta minuti di tentativi con lo sturino e con gli sblocca spurghi che non davano esito. Nel frattempo si allagava il lavandino del bagno attiguo. Ed erano le 21.30.

E' finita con quel sant'uomo di mio padre che collegava il compressore ai tubi e ne usciva un blocco di calcare più altre cose indicibili.
Ho terminatodi ripulire e disinfettare pavimenti e tutto il resto che era passata la mezzanotte.

Stamattina mi sveglio e c'è un sole bellissimo.
Vedremo come andrà a finire.
Pregate per me.

 

Nessun commento:

Posta un commento

Non potendoci mettere la tua faccia, mettici almeno la tua firma. Grazie!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...