lunedì 7 gennaio 2013

Lascio che le cose mi portino altrove (cit.)

Oggi riprende tutto: la scuola del nano, le lezioni di Pilates, il lavoro, le pulizie di casa, la spesa, i nervosismi ed i miei continui "machimelofafà".

Però, tante cose sono cambiate ed altre cambieranno ed io voglio vivermi tutto al meglio. So che non sarà facile e mi abbandonerò spesso all'insoddisfazione, ma forse alla fine, persistendo nel mio intento, ci riuscirò.

Che poi, se proprio ve la devo dire tutta, a me le giornate frenetiche piacciono.
Mi danno SENSO all'esistenza. Ricordo ancora un giorno poco prima di Natale in cui sono uscita per stare via un paio d'ore massimo, poi si sono accavallate telefonate inaspettate, lavori improvvisi e mille altri impegni ed io sono tornata a casa che erano da poco passate le venti. Avevo ancora tutto da preparare, ma mi sentivo da Dio. 
Avevo una carica in corpo, una voglia di fare... Sarà l'adrenalina, sarà il fatto che sono sempre stata così: capace di rendere il massimo specialmente se sotto pressione, sarà che adoro quando è la vita a prendere me tra le sue mani sballottandomi un po'.

Oggi tutto riparte, anche questo blog che è nato per puro cazzeggio (ed ancora continua saldamente su quest'intento), ma che si sta rivelando una vera panacea per la mia anima ed il mio cervello sempre più contorto.
Tutto questo solo grazie a voi che ci siete, mi commentate e trovate magari due minuti per leggermi. 

Ho in serbo molte cose per questo mio piccolo spazio virtuale e non vedo l'ora di condividerle con tutti voi che spero continuerete a seguirmi.

Intanto riascoltatevi questa che è tra mie top 20 di sempre ed oggi ci sta tutta.

2 commenti:

  1. è per questo che ho chiuso il mio di blog..non mi regalava più nulla :(

    w l'adrenalina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io rimango sempre dell'idea che il tuo blog fosse una vera figata ed è un peccato, per me da lettrice, che tu abbia appeso il mouse al chiodo.
      Però, mi rendo conto che se non si ha una "spinta" interna ed un "responso" là fuori, fossero anche dù gatti, l'entusiasmo scema. A quel punto, e questo lo comprendo, è inutile perseverare laddove non si vede un senso e non si prova più quello che c'era prima.
      Detto questo, semmai ci ripenserai, IO SARO' LA PRIMA a stare lì!
      Bacissimi e bentornata!

      Elimina

Non potendoci mettere la tua faccia, mettici almeno la tua firma. Grazie!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...